I libri di febbraio e marzo 2019, tra prìncipi e nerd

In queste giornate di preparativi pre-partenza per il Giappone ho comunque trovato il tempo di dedicarmi a qualche bel libro oltre al mio manuale di giapponese, e adesso mi prendo un po’ di tempo per raccontarvi le mie impressioni e magari invogliarvi a dare un’occhiata a vostra volta!

Partiamo con…

 

Copertina di Come inciampare nel principe azzurro

Come inciampare nel principe azzurro

Il mio terzo libro della Premoli – l’autrice “rosa” che seguo più volentieri insieme a Felicia Kingsley – si è rivelato una delizia! L’ambientazione coreana è decisamente inusuale per i nostri canoni occidentali e una goduria per le amanti dei drama e manwha (fumetti coreani). Io non sono un fan hardcore, ma seguo titoli di entrambi i tipi e c’è poco da fare, ormai l’immaginario della Corea del Sud ha fatto presa anche su di me. Anna Premoli nella postfazione racconta di essere lei stessa appassionata di deurama (serie tv coreane) e aver voluto ambientare una storia in quel Paese proprio per questo motivo. Ho molto apprezzato i tanti riferimenti alla cultura coreana e leggendo Come incimpare nel principe azzurro ci si ritrova davvero nei luoghi e nelle dinamiche conosciuti attraverso i deurama.

Se avete un debole per questo Paese grazie a kpop o alle sue storie, insomma, Come incimpare nel principe azzurro direi proprio che fa per voi a prescindere!

Parlando invece della trama possiamo dire che è una storia rosa classica, con la protagonista che si trova costretta a lavorare e vivere a una porta di distanza dal capo, l’antipatico Mark Kim che tanto detesta e che ha la brutta abitudine di guardarla in modo intenso e fin troppo intrigante.

Quando però la nostra Maddison si trova a dover addirittura trasferirsi dalla sua amata Londra a Seul con il suddetto capo,  la situazione si rivela ben più drammatica di quanto avrebbe mai pensato…

 

nerdopoli

Nerdopoli. Espressioni di una comunità in evoluzione

Una raccolta di saggi curati da Eleonora C. Caruso, alcuni dei quali mi hanno colpito decisamente in positivo: da quello sul fantasy e i Giochi di Ruolo – GdR per gli amici – di Simone Laudiero, già autore del mio amatissimo La difficile disintossicazione di Gianluca Arkanoid, alla cronostoria dellla fanfiction italiana delineata dalla Caruso.

Insomma, un libro con dei contenuti interessanti per chi come me ama la cultura nerd e non si stufa mai di approfondire l’argomento!

 

le ricette della signora Tokue copertina

Le ricette della signora Tokue

Lo ammetto, devo ancora finirlo, ma si è già dimostrato un romanzo intenso e toccante senza mai cadere nella retorica o nel pietismo, ed è incredibile se si pensa alla pesantezza e gravità del mistero che grava su uno dei personaggi principali. Tutta la mia stima all’autore anche solo per questo motivo.

Detto questo, lo consiglio a chi sia pronto a una storia che racconti sia la delicata bellezza del Giappone che un lato difficile da mandar giù riguardante il suo passato.

 

Ho ancora in lettura Sotto il sole di mezzanotte di Higashino, che avevo messo in hiatus, ma a questo punto credo che me lo porterò direttamente in Giappone. Questo viaggio oltretutto mi sta anche spingendo a fare qualcosa che restando a casa non sarebbe mai accaduto: propormi di comprare degli e-book!

Non potendo portare chili di libri, infatti, utilizzerò un vecchio ma ben funzionante tablet di famiglia per scaricarmi l’app Kindle di Amazon e leggermi così le nuove uscite che più mi ispireranno mentre sarò in Giappone. Quindi no, non vi libererete dei miei post librosi neanche da aprile a settembre ; )

 

 

Banner con i social
VI RICORDO CHE ADESSO HO ANCHE UN CANALE YOUTUBE! Venite a trovarmi QUI
per trovare TANTI CONTENUTI DIRETTAMENTE DAL GIAPPONE!

 

 

12 Comments

  • Valentina
    marzo 15, 2019

    Non conosco nessuno di questi tre libri, ma devo dirti che il primo mi incuriosisce molto ahah La trama sembra davvero interessante, poi Seoul è una città che mi ispira molto!

    • Giulia M.
      marzo 15, 2019

      Secondo me è perfetto per immergersi nell’atmosfera di Seul almeno con l’immaginazione! : ) Se le storie d’amore frizzanti non ti dispiacciono te lo consiglio proprio ^^

  • Raffi
    marzo 14, 2019

    Voglio riuscire assolutamente a leggere Nerdopoli. È un po’ che mi riprometto di farlo, ma continuo a rimandare. Non è pigrizia, ma forse è paura di rimanerne delusa. Amo troppo il mondo nerd…

    • Giulia M.
      marzo 15, 2019

      Non preoccuparti troppo, sono piccoli saggi che affrontano vari ambiti del mondo nerd. A me alcuni sono piaciuti molto, altri no, penso dipenda molto anche dalle esperienze personali : )

  • Sara Alessandrini
    marzo 14, 2019

    Come inciampare nel Principe Azzurro è il mio libro!!! Io amo queste letture un pò leggere e divertenti che ti introducono in un mondo fatto di favole. Sono una sognatrice… 🙂

  • giuliaserra14
    marzo 12, 2019

    Gli articoli che parlano e consigliano libri sono sempre i miei preferiti! Non conosco nessuno di questi ma io ti consiglio Becoming di Michelle Obama

  • Annalisa
    marzo 12, 2019

    Anche io ero molto restia a comprare un Kindle. Invece l’ho adorato da subito. CErto non hai i fogli croccanti e profumati sotto il naso, ma vuoi mettere la praticità di leggere al buio, di comprare libri alle due di notte, di partire con venti manuali nello zaino e sentire solo il peso di un quaderno?? In più la mia libreria non sta più per crollare nel centro!

    • Giulia M.
      marzo 12, 2019

      Sicuramente ha dei vantaggi pratici, questo è indubbio! Alla fine mi porterò dietro il tablet che ho già e funziona anche come lettore temporaneo, ma in futuro chissà, magari proprio per i motivi che elenchi potrei prendermene uno e scaricarci appunto manuali e portarmelo dietro (insieme alla solita piccola pila di cartacei) durante i viaggi più lunghi ^^

  • Simona
    marzo 12, 2019

    Con il primo libro suggerito mi hai proprio catturata. Ammetto che è il titolo a farmi crollare all’istante ma anche la storia tra Londra e Seul mi intriga parecchio. Quasi quasi lo provo! 😉

    • Giulia M.
      marzo 12, 2019

      Te lo consiglio proprio, vedrai che l’ambientazione già da sé varrà la pena! 😀

Rispondi

Giulia Magagnini

Giulia Magagnini a febbraio 2018

Giulia. Potete trovarmi con il naso perennemente affondato in un libro e la testa (dura) tra le nuvole, vere e immaginarie. Sono toscana, dipendente dal mare e affetta da Mal di Giappone.
Adoro i luoghi capaci di trasformare l’immaginazione in realtà, gli aereoporti e i cibi speziati.

Instagram

Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Faccio parte di…

badge travel blogger italiane