Valigia per il Giappone: tutto ciò che potrebbe servire

Dopo aver parlato delle cinque cose che metto sempre in valigia, oggi parliamo di come organizzare la valigia perfetta per il Giappone!

Ogni Paese ha caratteristiche proprie, richiede accorgimenti particolari e il Sol Levante non fa eccezione. Quando comincio a preparare i bagagli per questo viaggio sono sempre un po’ più emozionata rispetto a tutti gli altri: ormai lo sapete, per me il viaggio in Giappone è allo stesso tempo un’avventura che ogni volta non vedo l’ora di iniziare e uno dei modi migliori per staccare la spina da ogni incombenza reale. Sparisco là per dieci giorni, due settimane e il mondo si sfoca in lontananza. È come ritornare da un vecchio amico che sta lì, lontano ma sempre pronto ad accoglierti a casa sua ogni volta che ne senti il bisogno. E da un amico non ci si presenta a mani vuote, vi pare?

I fondamentali per il Sol Levante

  • Passaporto, magari con relativa fotocopia di sicurezza (per il Giappone non sono richiesti altri documenti);
  • Biglietti aerei;
  • Assicurazione sanitaria (FATELA, i costi in Sol Levante altrimenti sono salatissimi);
  • Be’, i vestiti! A meno che non vogliate gettarvi in un’orgia di shopping folle appena arrivate, ovvio. Sono stata in Giappone ad agosto e posso assicurarvi che la valigia estiva è bene sia all’insegna della LEGGEREZZA, date l’afa e l’umidità… ma mettete in valigia anche un k-way per proteggervi in caso di acquazzoni improvvisi, soprattutto se andate a giugno o luglio! L’ombrello potete anche portarvelo, ma personalmente vi consiglierei di lasciar stare e in caso di bisogno acquistare uno dei tipici ombrellini trasparenti giapponesi. A volte si trovano “abbandonati” in giro o sulla metro da qualche passante che non ne aveva più bisogno e  lo ha lasciato a disposizione degli altri (ebbene sì, si tratta del mitologico Spirito Civico! Una delle importazioni nipponiche che preferirei in assoluto). In inverno invece dateci dentro con i vestiti pesanti, perché il clima può essere molto rigido!

Nota biancheria: non dimenticatevi di portare calzini in ottime condizioni e senza buchi perché in templi, camerini e ristoranti tipici potrebbero chiedervi di toglierli.

 

Travelling girl - Photo by Daniel H. Tong on Unsplash

 

Spuntati loro, ecco le cinque cose che non mancano mai nella MIA valigia per il Giappone, cascasse il mondo! In ordine alfabetico, perché a modo loro sono tutte cose importanti e quindi preferisco non fare fare classifiche:

 ✈ Adattatore di corrente

In Giappone la presa è identica a quella americana, con voltaggio a 100 volt (noi lo abbiamo a 250) e quindi avrete necessità di un adattatore di questo tipo oppure universale – io utilizzo quest’ultimo, può tornare utile anche per altri viaggi! E se ha più porte usb anche meglio, così potrete caricare o utilizzare più apparecchi nello stesso momento. Potete comprarlo direttamente in Giappone, ma se preferite partire avendo già risolto la questione lo trovate tranquillamente anche da noi. Io ammetto di aver perso il conto di quanti adattatori ho seminato per il mondo: il primo lo dimenticai in albergo a Tokyo, il secondo mi si ruppe durante la vacanza studio a Oxford e il terzo semplicemente si rifiutò di funzionare una volta tornata in Sol Levante (fortunatamente la mia compagna di camera mi permise di utilizzare il suo a turni). Quest’inverno ho comprato quello che mi ha accompagnato a capodanno e voglio farlo durare il più possibile!

Già che ci siete vi consiglio anche una Power Bank, il caricatore portatile da portarvi nello zaino o in borsa per ogni evenienza.

 Beauty case

Volendo gli alberghi mettono a disposizione shampo e bagnoschiuma, ma andiamo, lo so che vorrete aver dietro tutte le vostre cosine e magari il make-up. Se poi andate in estate e avete i capelli lunghi dalle spalle in giù, mettete nella vostra valigia per il Giappone anche lacci e pinze per capelli o in alternativa considerate di spendere parte del budget acquisti per comprarli in loco: l’umidità è pesantissima e molto probabilmente vorrete legarvi i capelli in una coda o farvi uno chignon!

Diario di viaggio

Ne avevo giù parlato nel post generale sulla valigia, lo so, ma in Giappone ci tengo ancor di più! Al suo interno potete scrivere e disegnare tutto ciò che vi colpirà di più, e fidatevi, in Giappone le cose che colpiscono sono TANTE.

 

Regali di Natale 2017, di Giulia Magagnini (desaturato)

Regali di Natale 2017, tra cui Autostop con Buddha e la Moleskine a tema Giappone (il mio ultimo diario di viaggio)

Nota sul kit medicinale base

In Giappone le medicine sono più “leggere” delle nostre, e visto che con la salute non si scherza dedicate uno spazio della valigia a un kit di farmaci ben pensato. Di solito nel mio ci sono rimedi per il mal di testa, mal di stomaco, mal di pancia e un antibiotico “di sicurezza” da prendere solo in caso di emergenza, oltre ad antipiretici e cerotti. Del resto spiegare in una farmacia giapponese i vostri dolori fisici potrebbe non essere una cosa semplice, vi pare? Va da sé che avete bisogno di altri medicinali più specifici è bene che ve li portiate insieme alla ricetta.

✈ Libro (e magari anche un manga)

Come sapete per me i libri-da-viaggio sono un must, e nella valigia per il Giappone potreste anche metterne uno a tema: io ho cominciato proprio durante il mio volo dicembrino Roma Fiumicino/Tokyo Narita Autostop con Buddha. Appunti, riflessioni e osservazioni molto interessanti di un professore che vi ha vissuto per anni e ha deciso di seguire perlopiù in autostop lo sbocciare dei ciliegi lungo tutto il Giappone. Se poi come me amate il fumetto, i manga possono essere un modo in più per immergersi nell’atmosfera nipponica mentre vi trovate ancora a svolazzare in direzione Tokyo.

 

Girl with little backpack - Photo by Camila Rubio Varón on Unsplash

  Valigia

Avete presente quando si dice “viaggiare leggeri”, vero? Scommetto che un tot di blogger vi hanno consigliato di portare solo l’indispensabile, e sapete una cosa? Confermo in pieno, MA! scegliendo la valigia per il Giappone vi consiglio di optare per una capiente, a meno che non siate backpacker (ovvero viaggiatrici armate di zaino gigante in cui mettete tutto quanto). Il motivo è semplice: se la valigia è spaziosa in una sola metà potrete mettere quasi tutti gli indumenti, mentre l’altra rimarrà libera per (inevitabili) acquisti sul posto dal peso variabile. Siamo sinceri, qualcosa prenderete sicuramente, anche solo come “ricordino“.

✈ Zaino o borsa

Una volta sul posto dovrete pur portarvi dietro telefono, cellulare, passaporto e ammenicoli vari, quindi pensate BENE a quali possano essere lo zaino o la borsa più adatti. Camminerete e girerete tanto, tantissimo, quindi è bene che siano comodi. Io a capodanno ho scoperto di trovarmi meglio con la mia borsa gigante piuttosto che lo zaino: le spalle ne risentivano molto meno e ci stava comunque dentro di tutto!

 

Borsa in Giappone (messa nella valigia per il Giappone)                                 La mia borsa in Giappone, caduta con onore a dicembre 2017 dopo giorni e giorni di utilizzo coatto

 

Altre cose che potrebbero tornarvi utili una volta in Sol Levante:
  • Se andate per lavoro ricordate di portare con voi anche un po’ di biglietti da visita con i vari contatti. In Giappone sono utilizzatissimi anche solo per presentarsi, quindi sarà bene averne diversi a disposizione!
  • Questione money, il vil contante: in Giappone non tutti accettano la carta di credito, motivo per cui ricordate di avere sempre un po’ di yen con voi, anche solo per pasti ed emergenze;
  • Macchina fotografica: se amate fotografare fidatevi, questo Paese vi darà un’infinità di spunti e scorci da immortalare!
  • Se avete intenzione di esplorare Tokyo date un’occhiata ai consigli pratici per godersela al meglio, ci sono tanti suggerimenti che potrebbero tornarvi utili nel corso del vostro viaggio!

 

Banner con i social

32 Comments

  • ingrid Mestrinaro
    novembre 11, 2018

    Mi sembra che questa lista possa valere per tanti altri paesi, soprattutto il consiglio dei calzini rigorosamente intatti mi ha fatto sorridere! Lo consiglierei anche per chi viene qui in Svizzera e va a trovare degli amici in casa: le scarpe vanno rigorosamente tolte :-)!

    • Giulia M.
      novembre 13, 2018

      Non sapevo che valesse anche per la Svizzera, quindi grazie per la dritta, me ne ricorderò! ; ) In Paesi con questa abitudine (molto buona, secondo me) direi che i buoni calzini sono ancor più importanti XD

  • valekappa90
    giugno 11, 2018

    La valigia da preparare per andare in un paese nuovo insegna sempre tante cose sulla metà! 😊 Post molto interessante, ne farò tesoro per quando mi deciderò a prenotare un viaggetto nel Sol Levante!

    • Giulia M.
      giugno 18, 2018

      Sono davvero contenta che ti sia sembrato utile, spero tanto che potrai mettere tutto in pratica il primo possibile! **

  • sandra
    giugno 2, 2018

    Ormai quando mi capitano post sul Giappone me li divoro, molto interessante questo, indicazioni davvero utili, chissà se riuscirò a partire? Io userò lo zaino, quindi mi porterò un daypack più piccino che al ritorno uso per i souvenirs, va bene??

    • Giulia M.
      giugno 7, 2018

      Certo, se la linea aerea ti lascia portare borsa grande e piccola sei a posto! Ti capisco in toto riguardo agli articoli sul Giappone, anch’io mi ci lancio quasi sempre a pesce!

  • Sylvié Zaino in Spalla
    giugno 1, 2018

    Molto interessante, prendo nota per il mio imminente viaggio in Giappone previsto per settembre 😍 non vedo l’ora.

    • Giulia M.
      giugno 3, 2018

      Vedrai, sarà incredibile! Spero davvero di averti dato dei consigli utili e di poter leggere in autunno la tua cronaca personale 😀

  • Giulia
    maggio 25, 2018

    Sulla varietà dei vestiti concordo, noi abbiamo trovato in due settimane dal caldo afoso alla pioggia costante. In un giorno le temperature sono passate da 28 a 9 gradi e poi di nuovo a 24, una follia 😀

    • Giulia M.
      maggio 25, 2018

      Vero che è pazzesco?! Meglio partire preaparati!

  • Maria.
    maggio 18, 2018

    Non credo di poter andare in Giappone ma tu sei stata attenta a elencare importanti accorgimenti come quello dei medicinali. Post utilissimo.

    • Giulia M.
      maggio 21, 2018

      Grazie, sono contenta che ti sia sembrato utile! Spero che prima o poi riuscirai a vederlo, merita davvero tanto!

  • anna
    maggio 18, 2018

    Che bello questo articolo e soprattutto utilissimo. Il Giappone sarà una delle mie prossime mete, perchè questa volta voglio scoprirlo bene bene, non di sfuggita come tanti anni fa. Credevo che ora accettassero di più le carte di credito, loro, i giapponesi che hanno inventato di tutto… che strano. E’ sempre bello leggerti, dai tuoi racconti si vede quanto ami questo paese e … i manga 🙂

    • Giulia M.
      maggio 22, 2018

      Grazie davvero, sei gentilissima! Spero che potrai mettere tutto a frutto e vivere un viaggio di quelli che non ti scorderai più! (e oltretutto sarai circondata in ogni dove dai miei amatissimi maga XD)

  • Lucrezia
    maggio 9, 2018

    Che bello questo blog, che belle foto e soprattutto complimenti perché si coglie il tuo amore per il Giappone! Io sono stata da piccola con la mia famiglia solo 2 giorni a Tokyo e sogno di tornarci con i miei bambini ma per quanto io viaggio molto con loro, vorrei che fossero un po’ più grandi per godersela e ricordarsela!

    • Giulia M.
      maggio 10, 2018

      Grazie davvero, dicuso sul serio! Tokyo è qualcosa di incredibile, sono totalmente d’accordo sul fatto che i bimbi meritano di ricordarsela ; )

  • Claudia
    maggio 9, 2018

    Io adoro il Giappone e tutto ciò che ad esso è collegato. Mi è piaciuto molto il consiglio sulle calze non bucate…. è normale in Giappone togliersi le scarpe prima di entrare in qualsiasi luogo, meglio avere delle calze integre!

    • Giulia M.
      maggio 9, 2018

      Eh sì, lì è la norma! È bene andare preparati, almeno si evitano situazioni imbarazzanti.

  • Carola
    maggio 8, 2018

    Articolo utilissimo! Il mio sogno è proprio un viaggio in Giappone e prima o poi spero di farcela! 😁 anche lo spunto del libro, molto interessante!!

    • Giulia M.
      maggio 9, 2018

      Incrocio le dita per te, spero davvero che riuscirai a visitarlo presto e che i consigli ti siano utili! Il libro per ora posso dire che è coinvolgente, se ti capita dai un’occhiata alla preview gratis su Amazon!

  • elisascuto
    maggio 6, 2018

    Consigli molto saggi i tuoi…Non sono ancora andata in Giappone, Ma così mi sento un passo più pronta!😉

    • Giulia M.
      maggio 8, 2018

      Ne sono felice! Spero davvero che avrai modo di mettere in pratica i consigli e goderti un viaggio fantastico ^.^

      • Carola Sproloqui
        maggio 9, 2018

        Grazie Giulia, lo farò! Mi piacerebbe sapere se davvero il Giappone è così caro. Vorrei andare con la mia bimba dodicenne e mi chiedo se sia il caso anche solo pensarci! 🙂

        • Giulia M.
          maggio 9, 2018

          Secondo me assolutamente sì! La parte più costosa è il volo, ma prenotando con anticipo lo puoi trovare anche sui 400/500, che per il Giappone non è male. Una volta là ci sono tante soluzioni di alloggio diverse e anche il cibo lo puoi pagare tra i cinque e i dieci euro senza problemi ^^

  • Ally Blue
    maggio 5, 2018

    È uno dei nostri sogni me cassetto visitare il Giappone … prima o poi! Articolo molto utile , grazie 😉

    • Giulia M.
      maggio 5, 2018

      Spero tanto che potrete far tesoro dei consigli molto presto, il Giappone ne vale davvero la pena! <3

  • Erica
    maggio 2, 2018

    Lo ammetto, il consiglio sui calzini mi ha fatto morire dal ridere ma pensandoci bene è un ottimo consiglio! Anche il fatto di portarsi dei contanti è utile, non credevo le carte di credito fossero poco usate

    • Giulia M.
      maggio 2, 2018

      Eh sì, lì è un rischio concreto! XD E i soldi “liquidi” in Giappone ti conviene davvero averle dietro, dai retta.

  • panannablogdiviaggi
    aprile 28, 2018

    Ora che ho fatto la valigia, non mi resta che partire per il Giappone! Super utili i tuoi consigli, ogni paese ha le sue particolarità ed è utile saperle prima di partire!

Rispondi

Giulia Magagnini

Giulia Magagnini a febbraio 2018

Giulia. Potete trovarmi con il naso perennemente affondato in un libro e la testa (dura) tra le nuvole, vere e immaginarie. Sono toscana, dipendente dal mare e affetta da Mal di Giappone.
Adoro i luoghi capaci di trasformare l’immaginazione in realtà, gli aereoporti e i cibi speziati.

Instagram

Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Faccio parte di…

badge travel blogger italiane