Disneyland Paris per adulti: come scegliere l’hotel migliore

EDisney è una cosa unica. Questi hotel fanno sì che rimaniate immersi nel mondo a parte di Topolino 24/24, e secondo me ne vale veramente la pena.

Ma quali sono gli hotesistono Hotel a Disneyland Paris per adulti? Ma sul serio? Eccome! Ne avevo già accennato e ormai sapete bene che sono una Disney-addicted (specialmente nei confronti del Rinascimento Disney, ma non solo! Vedi la mia imbarazzante fissa per Big Hero 6 e San Fransokyo).

In questi 27-quasi-28 anni sono stata a Disneyland Paris sei volte, provando ogni volta un albergo Disney diverso, e ancora non mi sono stancata! Ogni pochi anni mi piace tornarci e immergermi nell’atmosfera meravigliosa che si respira in quella città (perché considerati gli spazi in cui si ramifica di  città si tratta). Cosa posso dirvi? Lo so, oggi più che mai grazie alle compagnie low-cost e ai vari pacchetti vacanze c’è una rincorsa incredibile al vedere “più mondo possibile“, piuttosto che tornare dove si è stati bene. Io però quando mi trovo in sintonia con un luogo amo tornarci e godermelo il più possibile, alternando questi viaggi a quelli verso mete ancora inesplorate.

Penso che visitare Disneyland Paris da bambini sia il TOP assoluto, ma la verità è che se amate il mondo Disney e le sue atmosfere vi innamorerete di questo Parco in ogni caso. In quest’ultimo caso però c’è una cosa che secondo me non può mancare: il pernottamento presso gli hotel interni al Parco! Nessuno mi paga per dirlo, è proprio una cosa di cui sono convinta: l’esperienza a Disneyland Paris comprensiva di albergo

l Disneyland Paris più adatti a coppie e gruppi di amici over 18? Andiamo a esaminare tutte le possibilità!

interno Disneyland hotel - hotel disneyland paris per adultiDisneyland Hotel

(5 minuti a piedi dal Parco)*

Il primo è Lui, il più grande e lussuoso hotel del Parco: è uno dei pochi che ancora non ho visitato, ma un giorno lo farò. Oh, se lo farò! Immenso, ispirato allo stile vittoriano e davanti all’entrata del Parco vero e proprio. Ovviamente è il meno economico di tutti, ma scommetto che non è una sorpresa per nessuno. Il giorno in cui lo prenoterò baderò a farlo durante una vacanza in autunno o inverno: nelle stagioni più fredde infatti il Parco vero e proprio chiude prima e così facendo le ore trascorse in hotel sono decisamente di più, dando modo di viverselo fino in fondo con tutto ciò che offre. E parlando di hotel che possono apprezzare anche gli adulti, dire che qui c’è solo l’imbarazzo della scelta riguardo alle attività: piscina, sauna, bagno turco, SPA, centro fitness per chi non può rinunciare all’esercizio nemmeno in vacanza (anche se vi assicuro che le camminate in giro per il Parco ci penseranno già da sole a farvi muovere!), galleria per lo shopping a tema, sala giochi. E questo parlando solo di ciò che possono godersi anche gli adulti, perché al Disneyland Hotel ci sono pure servizi speciali per i bimbi che negli altri Hotel non sono presenti (vedi il trucco e parrucco da principessa, che però tutti gli altri possono farsi all’Auberge de Cendrillon, all’interno del Parco).

Quanto ai ristoranti, avrete a disposizione l’ampio buffet Inventions (che durante pranzi e cene sarà animato dai personaggi Disney), e per gli adulti in primis è disponibile anche il California Grill: qui vi verranno serviti piatti legati alla cucina californiana, all’interno però di un’atmosfera deicsamente vittoriana. Il California comprende anche un’ampia cantina che offre vini californiani e francesi, decisamente pensati per gli adulti in vacanza a Disneyland! Infine, c’è anche la possibilità di servirsi al Café Fantasia, ispirato all’omonimo cartone animato.

  • Nota: Tutti gli altri hotel Disney sono serviti da una navetta che passa da ognuno di loro ogni pochi minuti e vi porta puntualmente all’entrata dei Parchi Disneyland e Walt Disney Studios, ai quali si accede dalla stezza piazza.
!

hotel disneyland paris per New York - new york

Disney’s Hotel New York

(10 minuti a piedi dai Parchi)

Il punto esclamativo non è un errore di battitura: secondo me infatti questo Hotel è il più adatto in assoluto per le vacaze di soli adulti presso Disneyland Paris, al punto che lo sconsiglierei per un viaggio con i bimbi al seguito, pur avendo diversi servizi dedicati a loro (oltre alla famosa testolina con le orecchie grandi presente nei dettagli d’arredamento, ovvio). Non che ci si troverebbero male, assolutamente! Ma il Parco offre altri hotel tanto più adatti a loro che mi sembrerebbe un po’ un peccato. Ci sono stata nel 2010 con un’amica e mi sono stupita di quanto il Disney’s Hotel New York fosse da grandi.

Lo stile è quello della New York anni ’30, e si vede. Le stanze sono in stile Art Decò e da ventenne l’ho apprezzato! Così come ho amato i lettoni alla francese comodissimi, tanto che non fossi stata a Disneyland ci avrei dormito volentieri fino a mezzogiorno. E ve lo dice una discretamente pignola – anche troppo forse! – riguardo ai letti degli hotel. Oltre a questo il New York comprende piscine all’aperto e al chiuso, sauna e bagno turco, centro fitness, campo da tennis, New York Boutique (dove ho preso due dei modellini più belli del mondo) e pista di pastinaggio Rockfeller Plaza proprio di fronte all’hotel.

 

Basil e Topson, modellini - foto di Giulia Magagnini

Due dei modellini più belli del mondo

Qui troverete il Manhattan Restaurant (io ci ho fatto colazione e devo dire che il cibo era abbondante e buonissimo!), il Parkside Diner (buffet internazionale con formula all-you-can-eat) e il caratteristico New York city bar, che io ho trovato delizioso e molto d’atmosfera ma (per l’appunto) decisamente più apprezzabile dagli adulti che dalla maggior parte dei bambini!

 

 

hotel Disneyland per adulti - Newport Bay Club

Disney New Port Bay Club

(15 minuti a piedi dai Parchi)

Ristrutturato da poco, questo è il primo hotel Disney in cui sono stata alla veneranda età di sette anni (compiuti durante la vacanza) e l’unico dove NON tornerei mai, per il semplice motivo che voglio tenermi il ricordo così com’è. Sarò sentimentale, oh.

Anche al New Port troverete piscina, bagno turco e sauna, centro fitness e boutique interne. A livello di ristorazione adulti e non possono godersi Cape Cod, un buffet mediterraneo d’ispirazione nautica, e lo Yacht Club, dove troverete piatti di terra e di mare circondati da un arredo in stile yacht club. E sempre nello stile yacht e regate troverete anche il bar Captain’s Quarter.

 

hotel Disneyland Paris per adulti - Sequoia Lodge

Disney’s Sequoia Lodge

(15 minuti a piedi dai Parchi)

Sono stata due volte al Sequoia Lodge, da bimba (otto anni!) e poi nel 2016, a ventisei (appena più grandina). In entrambi in casi mi è piaciuto molto: l’atmosfera da bosco incantato (per davvero, non in senso super kitch) si respira fin dall’entrata, i colori legno e verde scuro sono ovunque e ben amalgamati, dando sempre l’idea di trovarsi in un ambiente a metà tra il bosco e la baita (una baita molto spaziosa, ovvio!). Potete mangiare all’Hunter’s Grill e Beaver Creek Tavern, che per esperienza vissuta (nel 2016 abbiamo cenato lì tutte le sere) vi assicuro essere un buon ristorante: buffet abbondante, tavolini spaziosi e arredamento sempre in stile casa nel bosco che la fa da padrone. Volendo avrete a disposizione anche il Redwood Bar and Lounge, vicino a un camino in pietra gigantesco e davvero d’atmosfera!

 

 

hotel Hotel Cheyenne - Disneyland Paris per adulti

Disney’s Hotel Cheyenne

(20 minuti a piedi dai parchi)

Il Cheyenne l’ho visitato pochissimi anni fa e devo dire che per essere uno degli hotel più modesti del Parco è decisamente carino, e lo apprezzerano soprattutto coloro che fin da piccoli nutrono una passione per i cowboy.

Troverete all’interno uno Starbuck’s e il bar Red Garter Saloon. L’aspetto che mi è piaciuto di meno però è il buffet della colazione (pranzo e cena infatti li ho sempre fatti tra il parco e il Disney Village, la galleria dello shopping che si trova tra gli hotel e le entrate). La sala infatti per i canoni Disney era decisamente spartana e soprattutto il buffet non dava molta scelta – né ai grandi né ai piccoli. Insomma, non c’era paragone con l’offerta ad esempio del New York. Le stanze in compenso pur nel loro stile rustico erano confortevoli e i letti comodi (anche quello a castello dove ho dormito quando ho pernotatto qui), e lo staff gentile come sempre.

Ecco, questo ci tengo a sottolinearlo: il personale di Disneyland Paris è eccezionalmente cortese e simpatico, da chi ti dà il benvenuto in albergo ai commessi. Crescendo mi sono resa conto di quanto fosse impossibile che fossero tutti sempre davvero di buon umore e apparentemente felici o come minimo contenti di vederti e parlarti, ma l’idea che danno dall’esterno è proprio quella.

 

Newport Bay Club - Hotel Santa Fe Disneyland Paris

Disney’s Hotel Santa Fe

(20 minuti a piedi dai Parchi)

A dodici anni sono stata proprio al Santa Fe e devo dire che mi sono divertita moltissimo! Sicuramente è stato in primis per la buonissima compagnia, ma devo dire che nel suo piccolo il Santa Fe lo trovai davvero delizioso, e personalmente l’ho preferito al Cheyenne. Il tema Nuovo Messico porta colore, e per quanto piccoline le stanze hanno tutto l’occorrente. Anche il buffet era ben fornito e gustoso, e spero proprio che la qualità sia rimasta la stessa.

Vale però lo stesso discorso del Cheyenne: è un albergo pensato per rallegrare soprattutto bambini e ragazzi, dunque non aspettatevi l’atmosfera più adulta di altri hotel. Apprezzare questi due alberghi Disney da adulti secondo me è più che possibile, ma dovete avere la giusta disposizione d’animo: se il vostro bimbo interiore è vivo e arzillo, sicuramente ne coglierete gli aspetti più piacevoli!

 

Banner con i social

49 Comments

  • Giulia
    luglio 4, 2018

    Io mai stata a Disneyland ma e’ sicuramente un sogno nel cassetto che ho da tanto tempo. E come insegna Cenerentola.. i sogni son desideri di felicita

    • Giulia M.
      luglio 13, 2018

      Dai dai dai (cit. del cuore) che le occasioni buone capitano, tieni d’occhio il sito e vedrai che poi il momento giusto ci scappa!

  • Arianna Lenzi
    luglio 3, 2018

    Ciao Giulia, da cast member di Disneyland Paris ti ringrazio <3 per noi è davvero magia, lavorare lì <3 e anche se a volte è difficile… quando entro nel parco e il castello mi aspetta sullo sfondo, non posso non essere felice.

    • Giulia M.
      luglio 13, 2018

      Sono davvero felice di sentirtelo dire, ho letto che il lavoro è molto impegnativo! Io sono rimasta molto colpita dalla gentilezza e l’abilità di molte delle persone che hanno lavorato all’interno del parco nel corso degli anni, non posso che parlarne bene ^^

  • Ally Blue
    luglio 3, 2018

    Ma che bello! sembra di camminare dentro al mondo delle fiabe stesso! daveo essere stata una bellissima esperienza 🙂 sono uno più bello dell’altro!

    • Giulia M.
      luglio 13, 2018

      Eh sì, possono lasciare dei ricordi splendidi! Il mio personale consiglio è di investire un po’ di più, se se ne ha la possibilità, e pernottare presso uno a scelta tra loro, perché sono davvero il coronamento dell’esperienza “da sogno”.

      • Ale Carini
        luglio 13, 2018

        Ci credo … solo a vederli sono rimasta di sasso!!!

  • Federica
    giugno 16, 2018

    Quanto vorrei tornare a Disneyland 🙂
    Anch’io sono Disney addicted !!!
    Da piccola avevo soggiornato al Disney’s Sequoia Lodge, ma purtroppo ricordo poco dell’Hotel 🙁

    • Giulia M.
      giugno 17, 2018

      Allora direi proprio che è arrivato il momento di replicare! 😉

  • Blueberry Stories
    giugno 8, 2018

    Confessione: adoro Disneyland e ci tornerei ogni anno, se avessi qualcuno che mi segue. Credo che sia un regno magico, una bolla in cui dimentica tutto e si vive nel presente, assaporando ogni momento e meravigliandosi come i bambini. Mi piacerebbe tanto dormire nel Disneyland Hotel, sarei proprio curiosa di vedere le camere!

    • Giulia M.
      giugno 10, 2018

      Concordo proprio! : ) Magari renderei la cosa biennale, giusto per allungare quel periodo in cui pensi “aah, tra un po’ ci tornerò!”, ma anche per me potrebbe essere uno splendido di modo di staccare dalla realtà quotidiana.

  • pallytravel
    giugno 2, 2018

    che bello leggere questo articolo, sembra di tornare indietro negli anni quando grazie a un fortunato overbooking nell’hotel di cip e ciop, io, mia sorella e mio papà siamo stati trasferiti all’hotel delle principesse!

    • Giulia M.
      giugno 3, 2018

      Splendido! Gli overbooking a volte sono proprio una cosa stupenda (a me capitò nel 2010 con un volo dal Giappone **)!

  • ingirovagandomum
    giugno 2, 2018

    Non sapevo che ci fossero tutti questi hotel a Disneyland e con tematiche cosi’ curate e particolari. Grazie per avermeli fatti conoscere

    • Giulia M.
      giugno 3, 2018

      Di niente, sono contenta di averteli fatti scoprire! Spero che presto o tardi andrai là per una vacanza fantastica 😀

  • Maria Rita
    giugno 2, 2018

    In foto questi hotel sono uno più bello dell’altro, e credo siano anche cari per la loro posizione. Disneyland Paris è il mio sogno da sempre!

    • Giulia M.
      giugno 3, 2018

      La cosa interessante è che spessissimo fanno varie promozioni! Tienile d’occhio sul loro sito, potresti riuscire a partire anche nei prossimi tempi! E almeno una volta se ti piace questo genere di luoghi merita davvero <3

  • Federica
    giugno 1, 2018

    Non sono mai stata a Disneyland ma è un mio signo… purtroppo però alla fine scelgo sempre viaggi più “viaggi” perché mi sembra un peccato trascorrere o pochi giorni di ferie in un parco giochi e ogni volta ne pento😜
    Almeno una volta nella vita devo andarci!
    Sulla scelta degli hotel concordo con te: posso solo immaginare ovviamente, ma sono convinta che dormire nei loro hotel faccia parte dell’esperienza.
    Quando si fanno le cose bisogna farle bene secondo me e godersi tutta la magia!

    • Giulia M.
      giugno 7, 2018

      L’ultima frase potrei averla scritta io tanto sono d’accordo! Quando organizzo un viaggio o faccio le cose per bene o preferisco rilassarmi a casa. Alle prossime ferie regalati qualche giorno al parco e vedrai che non te ne pentirai affatto! **

  • valekappa90
    maggio 28, 2018

    Sai che io non sono mai stata a Disneyland (lo so, eresia!!)?! Non pensavo che gli hotel fossero così belli! Mi hai dato un ottimo motivo in più per andarci 🙂 Ovviamente anche io sono una super fan del mondo Disney <3 Infatti non mi spiego come sia possibile che in 27 anni di vita, io non ci sia ancora andata… mah!!

    • Giulia M.
      maggio 28, 2018

      È giunto il momento! 😀 Una fan Disney come noi lì si ritrova davvero in un luogo incredibile, permette di staccare la spina dalla realtà e vivere in una dimensione davvero particolare.

  • Yahima
    maggio 22, 2018

    vado a preparare la valigia, hahahahahaha ho sempre voluto andarci di nuovo (per lavoro no vale) e diciamo che tu ha fatto in modo che Disneyland sia salita nella hit parade, grazie mille per tutti i dettagli e le info. Besitos.

    • Giulia M.
      maggio 23, 2018

      Ne sono felicissima, questo Parco può regalare una vacanza fantastica! Spero davvero che ti divertirai da matti.

  • Eleonora - Avventure Ovunque
    maggio 18, 2018

    Sono stata a Disneyland Paris quando avevo 12 anni e ovviamente ci rìtornerei anche oggi stesso se potessi! he meraviglia quel parco! Fra l’altro ho soggiornato al Sequoia Lodge e lo ricordo proprio come lo descrivi tu, come un bosco incantato che in qualche modo riesce a non essere assolutamente kitsch!

    • Giulia M.
      maggio 21, 2018

      Allora non me lo sono sognata solo io, è proprio che riesce a comunicare quell’atmosfera fantastica! Il Parco merita davvero, un salto nei prossimi anni ci sta tutto 😉

  • Dani
    maggio 10, 2018

    Un luogo dove anche gli adulti tornano bambini… ben vengano gli hotel in cui ci si può immergere nell’atmosfera Disney

    • Giulia M.
      maggio 10, 2018

      Se si affrontano con lo spirito adatto assolutamente sì!

  • Raf
    maggio 9, 2018

    Ho deciso di entrare a leggere questo tuo articolo perché mi incuriosiva l’associazione tra la parola “adulti” e Disneyland. Non sono rimasta affatto delusa, anzi mi hai fatto prendere in considerazione l’idea di andarci! Confesso infatti di non esserci mai stata e di aver sempre pensato che potessi essere fuori luogo senza bimbi, invece mi hai aperto un mondo e ora inizio a fantasticare.

    • Giulia M.
      maggio 10, 2018

      Guarda, se ti piacciono la Disney e i Parchi a tema te lo consiglio assolutamente! Di coppie e gruppi di amici ne trovi senza dubbio, non si ha la sensazione di essere pesci fuor d’acqua : )

  • Simona
    maggio 9, 2018

    Non sapevo ci fossero così tante scelte di sistemazioni un pochino meno Disney. Che poi lo sono comunque ma forse senza bambini quella piccola differenza tra esagerato e medio non guasta. Un week end da adulta lì lo farei volentieri! Sarei persino capace di andare in giro con una coroncina in testa per tutto il tempo quando mi trovo immersa in atmosfere del genere! E poi diciamoci la verità, in queste occasioni torniamo tutti un po’ bambini.

    • Giulia M.
      maggio 9, 2018

      Concordo in pieno, un posto così tira fuori più che mai la bimba dentro di noi! Il parco regala veramente dei giorni ritagliati dal mondo, se si è inclini a questo tipo di cose!

  • Zucchero Farina in viaggio
    maggio 8, 2018

    Sono stata lo scorso anno con i miei figli al Santa Fe, bellissimo. Non condivido molto il discorso hotel più adatto agli adulti perché se si va a Disneyland senza figli e si dorme negli hotel a tema è perché forse non si cerca un hotel adatto “ai grandi” .. la magia è tornare bambini in quell’atmosfera😍 parlo in prima persona ovviamente

    • Giulia M.
      maggio 9, 2018

      Concordo in toto sul Santa Fe! Guarda, con me in realtà sfondi una porta aperta perché io AMO immergermi nelle atmosfere Disney (un po’ meno al Cheyenne, ma più che altro per lo stile molto spartano di certe zone, che per me non si sposa molto con l’esperienza che cerco in un Disney Hotel), però ho notato che era un argomento ricercato da diverse persone su Google e ho pensato di creare un articolo al riguardo anche per chi è meno “bambinone” (in senso buono ovviamente!) di noi. Adoro Disneyland Paris e penso proprio che scriverò altri articoli su questo Parco stupendo! ; )

  • Itinerario di Viaggio
    maggio 8, 2018

    che carino questo post 🙂 nonostante sia adulta non ho mai visto Disneyland e ogni tanto mi viene una voglia pazzesca di andarci 🙂

    • Giulia M.
      maggio 9, 2018

      Se ti piacciono la Disney e questo genere di cose almeno una volta devi vederlo, è stupendo!

  • Erica
    maggio 8, 2018

    Che poi, diciamoci la verità: ma si cresce veramente? No, perché io dormirei anche in un hotel non per adulti, circondata da Aristogatti e con Lumière a cantarmi la ninna nanna 😂

    • Giulia M.
      maggio 9, 2018

      Idem, e addormentarsi così sarebbe meraviglioso! Sul web però ho visto che è un argomenti ricercato, e così ho deciso di attingere all’esperienza per fare un post dedicato XD Intanto aspetto in gloria iL Disneyland Hotel, dalle foto pare tipo la fusione perfetta tra Disney e hotel di lusso vecchio stile **

  • raffigarofalo
    maggio 8, 2018

    Non impazzisco per i Parchi di Divertimento, ma l’idea di soggiornare in un hotel Art Decò in perfetto stile anni Trenta mi intriga parecchio. E perchè no, magari dopo andare anche alla sfilata delle Principesse 😉

    • Giulia M.
      maggio 8, 2018

      È davvero carino e molto confortevole! Se non sei una grande amante di questo tipo di parchi oltretutto dovessi mai capitarci è davvero quello che fa per te 😉

  • Anna
    maggio 8, 2018

    Bello e interessante questo post, non avevo mai pensato a quanti hotel ci fossero a disneyland paris. Io ci sono stata solo una volta con una mia amica e siamo state al Santa Fe, stile messicano e pareti colorate, i è piaciuto molto.

    • Giulia M.
      maggio 8, 2018

      Vero che è un amore?! Se si ha lo spirito giusto soggiornarci è piacevolissimo ^^

  • Simona Genovali
    maggio 8, 2018

    Non ho mai pensato di andare a Disneyland ma in effetti è una bella destinazione anche per gli adulti. Grazie per le informazioni sugli hotel. Al momento opportuno ne terrò conto.

    • Giulia M.
      maggio 8, 2018

      Di niente, spero proprio che il post possa tornarti utile per un viaggio futuro! Se si ha uno spirito “disneyano” risulta davvero un luogo fantastico.

  • panannablogdiviaggi
    maggio 8, 2018

    Quante ne sai su parchi e hotel a tema??? Dalle tue parole traspare tutta la passione!! Io non ci sono mai stata, ma sono sicura che l’adorerò anche da adulta!!!

    • Giulia M.
      maggio 8, 2018

      Grazie, mi fai davvero felice con le tue parole! Se ti piace la Disney sia come film che atmosfera penso che lo adorerai davvero!

  • ilgustoinviaggio
    maggio 8, 2018

    o mamma quanto ci siamo divertite entrambe le nostre due volte, siamo davvero tornati bambini, una volta siamo stati per ben 5 notti al santa fe e la seconda volta invece abbiamo preferito dormire a Valle la Marne, appena fuori la zona del parco per risparmiare… ma non è stata la stessa cosa!

    • Giulia M.
      maggio 8, 2018

      Direi che ci capiamo in toto allora! È un luogo magico, c’è poco da fare.

  • Cristiana
    maggio 8, 2018

    nonostante sia Disneyland Paris tutti i nomi degli hotel richiamano gli Stati Uniti… Non è un peccato?

    • Giulia M.
      maggio 8, 2018

      In effetti un’idea potrebbe essere utilizzare nomi relativi al Paese di appartenenza del parco con relativa traduzione in inglese, ma credo che puntino alla comprensione immediata e al mantenere la lingua del brand.

Rispondi

Giulia Magagnini

Giulia Magagnini a febbraio 2018

Giulia. Potete trovarmi con il naso perennemente affondato in un libro e la testa (dura) tra le nuvole, vere e immaginarie. Sono toscana, dipendente dal mare e affetta da Mal di Giappone.
Adoro i luoghi capaci di trasformare l’immaginazione in realtà, gli aereoporti e i cibi speziati.

Instagram

Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.