3 romanzi + 1 da leggere in aereo

Ho scoperto quanto fosse bello leggere in aereo a sei anni, mentre volavo verso Eurodisney per trascorrervi il mio settimo compleanno (è stato epico, sì!).

Al momento sono intenzionatissima a sperimentare anche l’ebrezza di iniziare un gioco Pokémon in aereo e vedere quanto ci metto a finirlo (in altre parole “ce la faccio a portarlo a termine nel corso di un Roma Fiumicino-Tokyo Narita senza farmi sanguinare gli occhi?”), ma da quel primo volo munita di libro leggere è certamente il mio modo preferito di trascorrere le traversate aeree, perfetto per non sentire lo scorrere del tempo soprattutto durante le tratte più lunghe.

Oggi vorrei quindi consigliarvi tre romanzi più uno che – alcuni per esperienza, altri per deduzione – credo siano scelte perfette per il bagaglio a mano del vostro prossimo volo! Se i titoli vi piacciono potete leggere la preview gratuita (io lo faccio sempre, è una manna) e anche acquistarli con un click sul titolo.

 

Guida galattica per autostoppisti
Guida galattica per autostoppisti
di Douglas Adams

Guida galattica per autostoppisti ha una caratteristica fondamentale: è divertente. Di un umorismo che sconfina nel bizzarro senza mai essere demenziale nel senso più becero, e da parte mia posso dire che è molto più difficile divertirmi che farmi piangere. La storia è d’impianto fantascientifico ma ha le carte per piacere moltissimo anche a chi (come me) non è un cultore del genere e magari lo apprezza solo a piccole dosi.

La cricca spaziale di Adams – composta da un terrestre che voleva starsene tranquillo a casa sua, un articolista alieno, un’astrofisica che non disdegna i party, un cleptomane che fa da prestanome al governo del suo pianeta  e un robot depressissimo – è una ciurma simpatica e improbabile che conduce il lettore in una storia dove sei sempre a metà tra la risata e il sorriso. Leggendolo in aereo ti ritrovi a viaggiare due volte, passando velocemente dal cielo allo spazio, dal tuo seggiolino a un nuovo pianeta. Il bello è che a questa banda spaziale finisci per affezionarti sul serio, e sapere che una volta finito il libro avrai a disposizione un’intera serie tutta dedicata a loro è una vera goduria! Oggi volendo è disponibile anche la raccolta completa con tutti gli episodi della saga: io non ho questa edizione ma se volete fare un full immersion nel mondo di Adams può essere decisamente comoda!

Il tempo è un’illusione, l’ora di pranzo una doppia illusione.

 

La difficile disintossicazion di Gianluca Arkanoid

La difficile disintossicazione di Gianluca Arkanoid
di Simone Laudiero

Ladies and gentlemen, ecco un fiero esponente della categoria “romanzo che ho riletto mille volte!” Uscito nel 2008, dopo la prima lettura dal mio banco di scuola ho davvero perso il conto di quante volte abbia ripescato la storia del traduttore ed ex studente di Giurisprudenza Gianluca detto Arkanoid, venticinquenne napoletano con quello che considera un insano attaccamento al mondo dei videogiochi – o del gaming che dirsi voglia.
I punti forti di questo libro sono la prosa appassionante e la vicenda non scontata che va a raccontare (non voglio spoilerarvi il finale, ma posso dirvi che ho decisamente gradito la particolare presa di coscienza di Arkanoid riguardo a come vivere la sua passione e le decisioni in ambito sentimentale). Se amate i videgiochi anche solo un po’ (come me) e vi piacciono le storie che riescono a trascinarvi davvero nella vita del protagonista, questo libro fa decisamente al caso vostro!

Ha ancora la memory card in mano. Me la mostra.

“Sono qui dentro, tutti quei posti che hai visto?”.

“Sì.”

“Non esistono davvero.”

“No, ma ci sono stato.”

 

Red Dragon Thomas Harris

Hannibal – Le origini del male
O
Red Dragon
di Thomas Harris

Vi vedo già fare tanto d’occhi davanti a questi consigli quantomeno particolari! Eppure a settembre 2016 Le origini del male mi ha regalato qualche ora di incredibile sollievo durante il mio terribile viaggio di ritorno Tokyo Narita – Roma Fiumicino (sedili terribili, impianto di condizionamento rotto e impossibilità di dormire per dodici ore infinite). Seguire le rocambolesche e spesso drammatiche vicende di un Hannibal Lecter non ancora dottore e psichiatra dalla personalissima dieta mi ha allontanato per un po’ dal mio aereo pieno di problemi, regalandomi anche un nuovo contatto con il Giappone che avevo appena lasciato (l’avreste detto che una persona importantissima per il giovane Hannibal era proprio giapponese?). Vi assicuro che se questo libro è riuscito a distrarre me nel bel mezzo dell’ordalia che è stata quel volo, Le origini del male ha davvero le carte per regalare momenti intensi e lontani da tutto anche a voi.

Se però non avete mai letto niente della saga del Doctor Lecter questo non è il libro dal quale vi consiglierei di partire, per quanto nella cronologia della storia sia effettivamente il primo, dal momento che ci narra la vita del buon Dottore dall’infanzia alla fase iniziale dell’età adulta. Il motivo è che dei quattro libri che il superbo Thomas Harris ha scritto su di lui, questo è certamente il meno ispirato (e sfido io, con una storia editoriale come quella di questo volume – andate a dare un’occhiata veloce su Google e capirete cosa intendo).
In caso si tratti di un primo approccio vi consiglio vi suggerisco di scegliere tra Red Dragon, dove attraverso gli occhi del detective Will Graham siamo testimoni della prima apparizione di questo mastodontico personaggio, e Il Silenzio degli Innocenti, che è ormai un classico del suo genere e una vera goduria per ogni lettore che apprezzi anche personaggi tanto oscuri.

Le origini del male Thomas Harris

 

Frederick Chilton [parlando di Lecter]: Maledizione, ma deve avere qualche consiglio, l’ha accalappiato! Ha usato un trucco?
Will Graham: Mi sono fatto ammazzare.

 

Mi raccomando: se leggerete uno di questi tre volumi, fatemi sapere cosa ne pensate!

78 Comments

  • Giulia
    aprile 8, 2018

    Ottimi consigli, non ne ho ancora letto nessuno ma mi sa che mi cimenterò presto! 😉

    • Giulia M.
      aprile 9, 2018

      Sono contenta che ti piacciano, spero davvero ti regalino delle belle ore di lettura!

  • Frederick Zelda Fitzgerald
    marzo 2, 2018

    Letto solo Hannibal , gli altri sono in wish list e spero di poter leggerli!

  • rossella
    febbraio 28, 2018

    Tempo fa avevo deciso di leggere La guida galattica per autostoppisti, poi non ci avevo più pensato, grazie per avermelo ricordato. Di Harris ho letto solo Il silenzio degli innocenti, prima ancora che uscisse il film, ma non è detto che non prenda in mano anche gli altri che suggerisci. Il problema con i libri è quello che diceva Massimo Troisi: Voi siete in tanti a scrivere, io sono solo a leggere… Ma quando sei addicted non c’è niente da fare!

    • Giulia M.
      marzo 1, 2018

      Concordo con te Troisi sul leggere! A volte vorrei due cervelli anche solo per leggere il doppio! Sono contenta che i consigli ti siano stati di ispirazione comunque, e spero davvero che ti facciano passare delle belle ore di lettura!

  • francesca
    febbraio 27, 2018

    Ti considero fortunatissima! Purtroppo soffro di cinetosi (che per una travel blogger è una tragedia) e non posso leggere quando viaggio, per cui hai la mia massima invidia!!!

    • Giulia M.
      febbraio 27, 2018

      In realtà purtroppo io ho lo stesso problem con le auto, quindi seppur parzialmente capisco che immensa rottura di scatole sia! T_T Mi dispiace davvero, spero che però tu riesca sempre a trovare altri modi interessanti di trascorrere il viaggio!

  • toochiclauratravellifestyle
    febbraio 26, 2018

    Anche io porto sempre con me delle letture in aereo, ma preferisco il digitale perché più comodo.

    • Giulia M.
      febbraio 26, 2018

      In effetti dal punto di vista della comodità sicuramente aiuta!

  • vagabondele
    febbraio 18, 2018

    Di tutti ho letto solamente gli ultimi due, e ad essere sincera mai in volo, ma una volta atterrata! Mi riprometto di leggere presto guida galattica per autostoppisti!

    • Giulia M.
      febbraio 19, 2018

      Già solo quei due meritano sicuramente, secondo me! Guida galattica te lo consiglio davvero, letto in aereo poi è particolarmente azzeccato.

  • Eugenia
    febbraio 18, 2018

    Che bel elenco dei libri da leggere sull’aereo! Guida galattica per autostoppisti per me sarebbe molto interessante perché adoro i libri di fantascienza, Star Wars e tutto ciò che accade nella galattica!

    • Giulia M.
      febbraio 18, 2018

      Grazie mille! E Guida galattica allora te lo consiglio doppiamente, è proprio adatto ai tuoi gusti!

  • sabrina barbante
    febbraio 15, 2018

    Che letture leggere che fai in aereo :-D. No, dai i primi due titoli li ho letti e sono gradevolissimi. in particolare credo che Guida galattica per autostoppisti debba far parte del bagaglio culturale letterario di tutte e tutti:-) Se lo facessero leggere a scuola insieme a qualcosa di Benni avvicinerebbero molto di più i ragazzi alla letteratura

    • Giulia M.
      febbraio 17, 2018

      Sì, in effetti per qualche motivo in aereo mi concentro meglio su cose non proprio leggere XD Concodo in pieno sula riflessione riguardo Guida galattica e Benni, letti in classe probabilmente avvicinerebbero più facilmente alla lettura tanti ragazzi.

  • Sandra
    febbraio 14, 2018

    Bene, bene… qui abbiamo qualcosa in comune. Innanzitutto leggo durante i viaggi e rischio sempre di dimenticare qualcosa in aeroporto o di arrivare tardi al gate. Ho letto il primo libro che hai descritto. Molto divertente e gli ultimi due. Letture che non si scordano.

    • Giulia M.
      febbraio 14, 2018

      Ti capisco in pieno sul far tardi al gate causa lettura, è successo anche a me!! E concordo riguarod a Guida galattica: è veramente uno spasso e ci sono molto affezionata!

  • Nicoletta
    febbraio 14, 2018

    Confesso che per quanto ami viaggiare, stare in aereo a lungo per me è sempre un incubo… per questo ho affrontato l’argomento su come superare i voli lunghi in un articolo (https://viaggiatoripercasosite.wordpress.com/2016/11/24/affrontare-le-ore-di-aereo-10-consigli-per-chi-teme-i-voli-lunghi/) ma… non ho incluso leggere libri!! Grave errore perchè in effetti un libro può aiutare a far passare tante tante ore dia ereo senza accorgersi 🙂

    • Giulia M.
      febbraio 14, 2018

      Anche io non li amo (ripaga solo il fatto di andare in un posto che non vedi l’ora di visitare), ma grazie ai libri puoi superare diverse ore senza patire troppo il tempo che sembra fatto di melassa! Vado a leggere con piacere i tuoi consigli ^^

  • Giulia_SpinningTheGlobe
    febbraio 13, 2018

    Che bei consigli, ancora non ne ho letto nessuno ma dovrò presto provvedere! 😉

    • Giulia M.
      febbraio 13, 2018

      Spero tanto che ti piacciano! 😀 Possono regalare delle bellissime ore di lettura.

  • Margherita
    febbraio 13, 2018

    Bellissimo post! Io sono grande fautrice dei giochi Pokémon in aereo 😀 i viaggi migliori!
    Mi hai dato ottimi spunti di lettura, soprattutto mi ha incuriosito molto “La difficile disintossicazione di Gianluca Arkanoid”, mi sa che lo vado subito ad aggiungere a Goodreads! Anche perché parla di un traduttore come me 🙂 siamo un po’ strani, si sa…

    • Giulia M.
      febbraio 13, 2018

      Siamo sorelle spirituali di Pokémon-da-viaggio! XD Per ora ci ho giocato andando a Torino in treno e in effetti è stato un gran bel viaggio, al prossimo volo devo assolutamente provare! La disintosiccazione comunque è davvero un bel libro, quando ti capita provalo perché merita!

  • Giulia M.
    febbraio 13, 2018

    Se avete un momento passate da Il Millenial (http://www.ilmillennial.com) e Chiara di https://claireinsicily.com perché pubblicano post davvero carini e interessanti!

  • Federico
    febbraio 12, 2018

    Non faccio mai viaggi in aereo così lunghi da mettermi a leggere libri, ma mi piace leggere! I libri citati nell’articolo non sarebbero la mia “prima scelta”, se dovessi capitare in una libreria, ma la descrizione del primo (Guida galattica per autostoppisti) mi ha incuriosito! Lo terrò a mente per una delle letture future… 🙂

    • Giulia M.
      febbraio 12, 2018

      Guida galattica è davvero simpatico, se dovessi aver voglia di una storia che unisca avventura, fantascienza e umorismo ti direi di buttartici a pesce! ^^

  • Sabina
    febbraio 12, 2018

    Amo leggere e amo viaggiare e quindi ogni mio volo è accompagnato da un libro. Grazie per i tuoi consigli!

    • Giulia M.
      febbraio 12, 2018

      Di niente, spero che possano regalarti delle belle ore di volo!

  • Angelica
    febbraio 12, 2018

    Guida galattica per autostoppisti ❤
    Inizialmente io mi facevo i problemi con il peso dei libri. Da quando ho un e-reader per fortuna non ci sono problemi. Quindi anche un bel tomo me lo scarrozzo dietro!
    Ottimo consigli comunque! 😀

    • Giulia M.
      febbraio 12, 2018

      De nada, spero che ti facciano passare dei bei voli! Guida galattica è un gioiellino di simpatia e umorismo 😎

  • Stefania CON LA VALIGIA ARANCIONE
    febbraio 12, 2018

    Compro sempre un nuovo libro prima di un viaggio, mi piace intrattenere il tempo immergendomi nei racconti di un nuovo autore.
    Terrò in considerazione i tuoi consigli, soprattutto le ultime due proposte!

  • Rocio
    febbraio 12, 2018

    Libri tosti! Non so se riesco a starti dietro in tutte le scelte, ad ogni modo mi piace moltissimo leggere sempre qualche recensione anche di cos’è mai sentite! Mi piace esplorare e scoprire qualcosa di diverso! Continuerò a leggere sicuramente i tuoi consigli letterari!!

    • Giulia M.
      febbraio 12, 2018

      Grazie davvero, sono contenta che i miei consigli ti incuriosiscano! Ci rileggiamo presto allora, spero di farti scoprire tante letture interessanti!

  • Giordana Querceto
    febbraio 11, 2018

    Porto sempre con me in aereo un bel libro, pero poi dipende dai bimbi se posso leggere o no…(ci siamo capite)

    • Giulia M.
      febbraio 12, 2018

      Eh sì, non ho bimbi tutti miei ma comunque capisco bene! Spero che tu riesca a ritagliarti lo stesso dei momenti di relax, però, soprattutto durante i viaggi lunghi!

  • Laura
    febbraio 11, 2018

    Che consigli di lettura particolari. Ad essere sincera quello che mi ispira di piu’ e’ il secondo, me lo segno per un acquisto futuro.

    • Giulia M.
      febbraio 12, 2018

      Sono contenta se ti hanno incuriosito! La difficile disintossicazione è davvero un bel libro, spero possa prenderti come è successo a me!

  • Giovy Malfiori
    febbraio 11, 2018

    Io in aereo leggo solo saggi. Non so perché, ma mi viene bene così.
    Ultimamente (anche non in aereo) sto leggendo un saggio sulla famiglia di Thomas Mann.
    E’ un po’ come farsi i fatti altrui in modo lecito e consapevole.

    • Giulia M.
      febbraio 11, 2018

      È un modo molto interessante di passare le ore di volo, senza dubbio! E sì, in effetti concordo che la saggistica può essere anche un modo etico di scoprire tanto su personaggi realmente vissuti (se non direttamente vivi e magari vegeti!).

  • Denise
    febbraio 11, 2018

    I primi due li leggerò sicuramente, grazie!

    • Giulia M.
      febbraio 11, 2018

      Di niente, mi fa davvero piacere! Spero tanto che ti piacciano ^^

  • Deianira
    febbraio 10, 2018

    In aereo porto sempre con me un bel libro, ma purtroppo non riesco a leggere dopo l’avvio dei motori. Però in attesa di imbarcarmi riesco sempre ad andare avanti di uno-due capitoli (arrivo sempre molto stretta con l’orario) dal segnalibro. I romanzi che hai citato li ho sentiti nominare molto, ma non ho mai avuto occasione di leggerli. Ne approfitterò la prossima volta che mi troverò in una libreria!

    • Giulia M.
      febbraio 10, 2018

      Spero tanto che possano piacerti! In effetti è capitato anche a me di leggere durante l’attesa, che per molti versi mi rende ancora più impaziente del volo vero e proprio!

  • Esther
    febbraio 9, 2018

    Amo leggere alla follia . Ma purtroppo non riesco a farlo in nessun mezzo di locomazione, appena inizio comincia la nausea!!! Trai titoli che hai proposto leggerei quello del napoletano 🙂 Ciao

    • Giulia M.
      febbraio 9, 2018

      Io ho quel problema solo sulle auto e già così è una scocciatura, immagino quanto deve essere fastidioso per te! Comunque allora se ti capitasse davanti La difficile disintossicazione magari dagli un’occhiata, merita davvero!

  • Chiara - Con un Viaggio nella testa
    febbraio 9, 2018

    Sono sempre alla ricerca di titoli per i viaggi! Ho letto la Guida Galattica ma gli altri no, me li segno molto volentieri!

    • Giulia M.
      febbraio 9, 2018

      Sono conenta, spero davvero che possano farti trascorrere delle belle ore tra una destinazione e l’altra!

  • Roberta
    febbraio 6, 2018

    Grazie per i consigli! Io vado di autostoppisti ☺️

    • Giulia M.
      febbraio 7, 2018

      De nada! Se non soffri il mal d’auto (cosa che ti invidierei da pazzi!) possono essere una buona idea anche per i viaggi in auto, i libri per fortuna si adattano facilmente a tutte le situazioni!

  • Valentina
    febbraio 5, 2018

    Mi interessano particolarmente i primi due…ci farò un pensierino! 🙂 anche a me piace tantissimo leggere in aereo!

    • Giulia M.
      febbraio 5, 2018

      Possono essere davvero delle belle letture per qualche ora di volo, dà loro una chance perché meritano!

  • Elisa
    febbraio 5, 2018

    ho in lista la guida galattica! me l’hanno consigliata in tanti!

    • Giulia M.
      febbraio 5, 2018

      Sì, ha tanti fan! A me è piaciuto molto, se sei curiosa su Amazon trovi una comodissima preview gratis (non sono sponsorizzata da Amazon né nulla, ma quelle preview sono effettivamente comode XD).

  • Giulia
    febbraio 5, 2018

    Ma sai che mi mancano tutti e tre? Eppure sono una lettrice ingorda 😀 il primo mi ispira più di tutti!

    • Giulia M.
      febbraio 5, 2018

      Una collega lettrice! ♥ Guida galattica è davvero carino, quando sei in vena di una storia allegra e un po’ scifi dagli un’occasione!

  • Raffaella
    febbraio 4, 2018

    I primi due non li avevo mai sentiti e davvero mi incuriosiscono!

    • Giulia M.
      febbraio 4, 2018

      Se ti capira l’occasione dà loro una possibilità, penso ne varrà la pena!

  • Daniela
    febbraio 4, 2018

    Questo post è proprio quello che cercavo dato che leggo quasi solo mattoni ed ogni volta che parto sono in difficoltà per il peso! Prendo nota dei titoli!

    • Giulia M.
      febbraio 4, 2018

      Sono contenta che t’ispirino! Anch’io prima dei viaggi ho spesso il problema di essere tentata da volumoni decisamente scomodi (non leggo neanche su kobo o simili per preferenza personale), quindi capisco benissimo il sollievo di trovare libri intriganti che non si “mangino” un terzo o quasi del bagaglio a mano!

  • Robi - Tre cuori e una valigia
    febbraio 4, 2018

    Grazie per i consigli! Sui voli a lungo raggio il tempo sembra non trascorrere mai .. un libro è una bellissima evasione.

    • Giulia M.
      febbraio 4, 2018

      Di niente! Esatto, anche io sento molto il peso delle ore di volo apparentemente infinite (anche perché non riesco a dormire sui mezzi in movimento), quindi gettarsi in un libro è davvero un modo perfetto per far scorrere il tempo che manca all’arrivo!

  • Bruna Athena
    febbraio 3, 2018

    Mi sa di avere letto solo Hannibal Lecter! In verità, leggo poco mentre viaggio in aereo, mi riesce di più in metropolitana!

    • Giulia M.
      febbraio 4, 2018

      In effetti un bel libro può essere un buon modo di passare il tempo anche in metro! Io la prendo molto raramente e sempre quando sono in viaggio per un motivo o per l’altro, ma se la utilizzassi spesso probabilmente farei come te!

  • maria millarte
    febbraio 3, 2018

    Devo essere sincera ho viaggiato poco in aereo e non fatto lunghe tratte. Con l’ansia che mi prende non credo di riuscire a leggere per rilassarmi. Grazie comunque per le recensioni e consigli su questi libri che non conoscevo.

    • Giulia M.
      febbraio 4, 2018

      Di niente, sono contenta se ho potuto darti qualche buon consiglio! Mi dispiace se i voli ti mettono molta ansia (sono un’ansiosa anch’io, anche se in altri campi), in caso ti dovesse capitare una tratta lunga ti consiglio di provare la melatonina o sentire il dottore, almeno non dovrai passare un tot di ore con l’angoscia addosso!

  • Cassandra - Viaggiando A Testa Alta
    febbraio 3, 2018

    Ottimo consigli! Considerando i miei gusti quello che leggerei è il primo.

    • Giulia M.
      febbraio 4, 2018

      È veramente carino e divertente, se ti capita dagli un’occhiata in libreria (o su Amazon, spesso dà la possibilità di leggere le prime pagine gratuitamente)!

  • Clara
    febbraio 3, 2018

    Anche io adoro leggere in aereo! Quando viaggio mi porto un libro solo per il volo (perchè so che nel resto del viaggio non avrò tempo) e i tuoi titoli mi incuriosiscono molto. Grazie! 🙂

    • Giulia M.
      febbraio 4, 2018

      Di niente, sono contenta di aver aiutato una “lettrice da viaggio” come me! Spero di averti aiutato a passare qualche ora di volo immersa in questi mondi : )

  • Alessia - UnaValigiaDiEmozioni
    febbraio 3, 2018

    Un tempo… quando ancora non ero mamma… in aereo dormivo e leggevo. Mi rilassavo ed era una parte del viaggio che mi gustavo al 100%. Oggi con piccola peste di 3 anni… Beh… Mi faccio tutto l’abitacolo avanti e indietro quelle 100 volte, faccio amicizia con hostess e steward e vado a salutare tutti i bambini presenti sull’aereo. Sudo 7 camicie, mi stresso e non vedo l’ora di arrivare 😅

    • Giulia M.
      febbraio 4, 2018

      Eh, sicuramente tu non rischi di annoiarti! XD Anche se immagino bene quanto condividi il desiderio di arrivare, con tutto il da fare che hai! Comunque il fatto che ti impegni tanto mi sembra una bellissima cosa, sia per la “peste” che per gli altri viaggiatori (ho fatto un volo di dodici ore con una bimba piccola che non faceva che piangere, uno strazio infinito, ma se l’avessero portata un po’ più in giro magari non sarebbe stata così disperata!).

  • Laura
    febbraio 2, 2018

    Grazie per i consigli di lettura.

  • Stefania
    febbraio 2, 2018

    Mi ispira l ultimo! Forse leggendo non avrei così paura come davanti allo schermo! Anche se io non ho problemi di come trascorrere i lunghi viaggi in aereo…ho due pupetti da gestire 😉

    • Giulia M.
      febbraio 2, 2018

      Con due bimbi a cui stare dietro mi sa che più che salvarti dalla noia, un libro ti sarà utile per rilassarti un po’ in effetti! E in effetti conoscere meglio il “buon Dottore” attraverso i libri potrebbe rendere (un po’) meno inquietanti i film con il grande Antony Hopkins!

  • Valentina
    febbraio 2, 2018

    Grazie per i consigli! Anche io adoro leggere in aereo, mi rilassa

    • Giulia M.
      febbraio 2, 2018

      Di niente, spero ti regalino delle belle ore! E sì, rilassa sempre molto anche me (anche perché in aereo sennò sto sempre a guardare lo schermo con il tot di ore che mancano all’arrivo, un modo perfetto per far rallentare tantissimo il tempo!).

Rispondi

Giulia Magagnini

Giulia Magagnini a febbraio 2018

Giulia. Potete trovarmi con il naso perennemente affondato in un libro e la testa (dura) tra le nuvole, vere e immaginarie. Sono toscana, dipendente dal mare e affetta da Mal di Giappone.
Adoro i luoghi capaci di trasformare l’immaginazione in realtà, gli aereoporti e i cibi speziati.

Instagram

Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram
Instagram

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.